L’Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.r.p.) del Comune di Broni è situato nei locali a piano terra di Palazzo Arienti in Piazza Garibaldi 12.

E’ il punto d’incontro fra l’Amministrazione comunale e i cittadini e rappresenta il luogo naturale di ascolto, analisi dei bisogni e risposta alla esigenze della popolazione.

All’U.r.p. si può dialogare con la macchina amministrativa, chiedere ed ottenere risposte, visionare gli atti ed avere aggiornamenti sullo stato dei procedimenti, imparando a conoscere i servizi offerti dalla amministrazione di Broni e, più in generale, informandosi sulle diverse opportunità che la città offre a residenti e turisti.

Il  personale dell’ufficio accoglie, informa, indirizza ed aiuta il cittadino fino alla presentazione della pratica ed è punto di riferimento per il ritiro della documentazione, sia essa un’autorizzazione richiesta, il risultato di un accesso agli atti o l’erogazione diretta di un servizio.

Presso l’U.r.p. sono attivi 5 sportelli polifunzionali che si occupano della gestione delle attività di front – office dell’Ente, con particolare riferimento all’avvio di procedimenti ed all’erogazione di servizi di altri Settori comunali.

Nello specifico si svolgono, per conto dei servizi demografici, alcuni procedimenti quali il rilascio delle certificazioni, delle carte di identità, delle autentiche, oltre ad informazioni riguardo al cambio di residenza e di abitazione.

Agli sportelli vengono rilasciati i moduli necessari all’erogazione di alcuni prodotti di competenza del Comando Polizia Municipale, come ad esempio il rilascio dei contrassegni per la sosta dei residenti e degli invalidi.

All’U.r.p. è possibile avviare i procedimenti relativi ad alcuni servizi, come il trasporto alunni con scuolabus, e si supporta in maniera costante gli uffici comunali nell’attività di informazione e rilascio di modulistica, oltre ad occuparsi della gestione delle segnalazioni e dei reclami.

Presso l’ufficio è attivo anche lo sportello dei servizi tecnici che svolge anche attività di prima verifica sulla documentazione relativa ad alcuni procedimenti edilizi, oltre alla registrazione delle dichiarazioni di pubblica sicurezza (ospitalità, dichiarazione di idoneità abitativa, ecc.).

 

All’U.r.p. ci si può recare per:

 

  1. Ottenere INFORMAZIONI riguardanti:
  • la struttura organizzativa del Comune, gli orari e le attività dei servizi pubblici presenti sul territorio;
  • la modulistica sui servizi offerti rivolti a cittadini, imprese, professionisti e ad altri soggetti sul territorio (associazioni rappresentative, consulte ecc.);
  • gli atti amministrativi e lo stato avanzamento pratiche;
  • la vita della città, in particolare sulle iniziative culturali, sportive e sociali.

---

  1. PROTOCOLLARE gli atti destinati ai vari uffici comunali.
  2. ACCEDERE agli atti, alle informazioni e ai documenti del Comune.
  3. Visionare BANDI, GRADUATORIE, ecc.

---

  1. Richiedere CERTIFICAZIONIANAGRAFICHE, ELETTORALI E DI STATO CIVILE, ATTESTAZIONI, AUTENTICAZIONI, ecc.
  2. Richiedere il RILASCIO e il RINNOVO DEL DOCUMENTO DI IDENTITÀ.
  3. Iscriversi all’ALBO DEI PRESIDENTI DI SEGGIO (esclusivamente nel mese di ottobre) e degli SCRUTATORI (esclusivamente nel mese di novembre).
  4. Richiedere il rilascio delle TESSERE ELETTORALI e relativi duplicati (solo in periodo pre – elettorale).
  5. Firmare i REFERENDUM di iniziativa popolare.

---

  1. Iscriversi al SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI CON SCUOLABUS.

---

  1. Acquistare GETTONI DELLA PESA PUBBLICA.
  2. Acquistare BUONI PASTO PER LA MENSA SCOLASTICA (solo al sabato).

---

  1. Acquistare ABBONAMENTI PER LA SOSTA RESIDENTI (Tariffe: € 50 per l’abbonamento mensile, € 125 per quello trimestrale, € 250 per quello semestrale, € 450 per quello annuale).
  2. Ritirare e consegnare la domanda per il rilascio e il rinnovo del CONTRASSEGNO PER LA SOSTA INVALIDI.
  3. Ritirare e consegnare la domanda per il rilascio e il rinnovo del CONTRASSEGNO PER LA SOSTA RESIDENTI (attiva in via sperimentale solo per alcune vie del centro).

---

  1. Registrare le dichiarazioni di PUBBLICA SICUREZZA: OSPITALITÀ, DICHIARAZIONE DI IDONEITÀ ABITATIVA, ecc..

---

  1. Presentare SUGGERIMENTI, PROPOSTE E SEGNALARE DISSERVIZI finalizzati a favorire un continuo scambio tra il Comune e la cittadinanza e migliorare la qualità e la modalità di offerta dei servizi.

  

Orario di apertura al pubblico:

dal Lunedì al Sabato dalle 9.00 alle 12.30

Mercoledì dalle 15.00 alle 17.00

 

 

 

 

IL QUADRO NORMATIVO

 

L'introduzione degli URP avviene con il D.lgs 29/93 (abrogato dal D.lgs 165/2001) che ha disposto come le amministrazioni pubbliche individuino, nell'ambito della propria struttura, Uffici per le Relazioni con il Pubblico al fine di garantire la piena attuazione della legge 7 agosto 1990 n. 241.

Successivamente con la direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri 11 ottobre 1994 prima e con la legge n. 150 del 7 giugno 2000 in seguito, sono stati ampliati i principi per l'istituzione, l'organizzazione e il funzionamento degli URP.

 

Normativa di riferimento:

 

  • Decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29 "Razionalizzazione dell'organizzazione delle amministrazioni pubbliche e revisione della disciplina in materia di pubblico impiego".
  • Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 11 ottobre 1994 "Direttiva sui principi per l'istituzione ed il funzionamento degli URP".
  • Legge 7 giugno 2000, n. 150 "Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni".
  • Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche"
  • P.R. 21 settembre 2001, n. 422 "Regolamento recante norme per l'individuazione dei titoli professionali del personale da utilizzare presso le pubbliche amministrazioni per le attività di informazione e di comunicazione e disciplina degli interventi formativi"
  • Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica 7 febbraio 2002 "Attività di comunicazione delle Pubbliche Amministrazioni"
  • Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali"
  • Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica 24 marzo 2004 "Misure finalizzate al miglioramento del benessere organizzativo nelle P.A."
  • Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica 24 marzo 2004 "Rilevazione della qualità percepita dai cittadini"
  • Legge 11 febbraio 2005, n. 15 "Modifiche ed integrazioni alla legge 7 agosto 1990, n.241, concernenti norme generali sull'azione amministrativa".
  • Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 "Codice dell'Amministrazione digitale".
  • P.R. 12 aprile 2006, n. 184 "Regolamento recante disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi".